Bonus verde per giardini: come funziona e quanto si risparmia | Le tue piante

Progettazione giardini venerdì 9 marzo 2018 Visualizzazioni: 299

Approfitta delle detrazioni fiscali per il rinnovo del giardino. Puoi recuperare il 36% della somma spesa per le opere di sistemazione a verde!

Bonus verde

LA LEGGE DI BILANCIO HA PREVISTO PER IL 2018 SGRAVI FISCALI PER CHI RISTRUTTURA IL GIARDINO O IL TERRAZZO. SCOPRIAMO COME OTTENERE IL BONUS VERDE E PER QUALI INTERVENTI E' POSSIBILE BENEFICIARNE.

Cos’è


È una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute nel 2018 per i seguenti interventi:
- sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi
- realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo, comprensivo delle eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

Il pagamento delle spese deve avvenire attraverso strumenti che consentono la tracciabilità delle operazioni (per esempio, bonifico bancario o postale).

A chi interessa


Può beneficiare della detrazione chi possiede o detiene, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile oggetto degli interventi e che ha sostenuto le relative spese.

Quali vantaggi


La detrazione massima è di 1.800 euro per immobile (36% di 5.000).

Il bonus verde spetta anche per le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino a un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. In questo caso, ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Fonte: Agenzia delle Entrate

Si deve trattare di opere che si inseriscono in un intervento relativo all’intero giardino o area interessata, consistente nella sistemazione a verde ex novo o nel radicale rinnovamento dell’esistente, quindi anche la collocazione di piante e altri vegetali in vasi è agevolabile, a condizione che la detta collocazione faccia parte di un “più ampio” intervento di sistemazione a verde delle unità immobiliari residenziali.

Non si può ottenere la detrazione per i lavori in economia, cioè effettuati direttamente dal contribuente sul proprio giardino o terrazzo.

Le informazioni sopra riportate sono a titolo informativo generale. Si raccomanda di conservare sia la documentazione del pagamento effettuato (bonifico bancario, carta di credito o Paypal) sia la fattura di acquisto. Questi dovranno essere portati dal commercialista o CAF di fiducia, che sarà l'unico in grado di valutare se ricorrono i presupposti per la detraibilità.

Commenti

Lascia il tuo commento