Glicine longissima alba come abbellire il tuo giardino con le Tue piante

Progettazione giardini martedì 5 dicembre 2017 Visualizzazioni: 262

Glicine ecco come rendere il tuo giardino bellissimo

Amate i Glicini? Nel giardino non potrà mancare la splendida fioritura del Glicine Longissima Alba.

Il Pianta rampicante originaria della Cina e del Giappone, il Glicine Longissima Alba è una specie conosciuta e apprezzata per la rusticità e per la spettacolare fioritura primaverile.

CARATTERISTICHE

Nome Scientifico: Wisteria Floribunda Longissima Alba

Fiori: Bianchi, molto profumati, in grappoli lunghi dai 40 ai 60 cm

Periodo fioritura: da metà aprile alla fine di maggio

Dimensioni: Può raggiungere un’altezza di 10 – 15 metri e una larghezza di 6 – 8 metri.

Crescita: rapida, anche 1 metro e mezzo l’anno

Esposizione: Pieno sole, mezz'ombra. Se possibile si consiglia l’esposizione a pieno sole.

Tipo di suolo: pianta rustica può essere coltivata in tutti i tipi di terreno

Fusto: legnoso, non autoportante ma ha bisogno di un sostegno a cui attorcigliarsi saldamente.

Foglie: Verdi, caduche, strette e allungate a forma di penna

Resistenza al gelo: il glicine longissima alba no nteme len temperature basse e può resistere anche fino a – 15°C

Sinonimi: Schiro Noda, Multijuga Alba, Snow Schower.

UTILIZZO

Il Glicine Longissima Alba viene utilizzato formare pergolati, tunnel, siepi, coprire muri o pareti.  Può essere coltivato anche ad albero con un solo tronco con chioma non molto ordinata ma veramente spettacolare, purché fornito di un robusto supporto.

PIANTAGIONE

La messa a dimora di una pianta di glicine non è diversa da quella di qualsiasi altra pianta rampicante.

Prima di tutto occorre scavare una buca con larghezza e profondità doppia rispetto al diametro del vaso. Quindi si riempie parzialmente la buca con una miscela di terra, terriccio universale da giardino di ottima qualità e concime organico a lenta cessione. Inseriamo quindi la pianta avendo cura che la zolla sia ricoperta da un paio di centimetri di terra e riempiamo completamente con la miscela necessaria, effettuando una leggera pressione tutto intorno alla pianta in modo da compattare il terreno e non lasciare vuoti. Infiamo quindi innaffiare abbondantemente, soprattutto nei mesi caldi, per compattare il terreno e far arrivare l’acqua alle radici del glicine.

Per quanto riguarda la concimazione e la potatura si rimanda all’articolo: il glicine una pianta rampicante bellissima per decorare il tuo giardino

 

Commenti

Lascia il tuo commento