Ortensia una pianta da siepe molto conosciuta e adatta per abbellire il tuo giardino e i tuoi spazi verdi | Le tue piante

Coltivazione di piante e fiori lunedì 9 aprile 2018 Visualizzazioni: 693

Pianta da siepe e non solo, l'ortensia è una pianta adatta a moltissime occasioni, scopriamo insieme quali!

L’ortensia

In vaso, a gruppi o piantata come siepe, l’ortensia è certamente la pianta da fiore più conosciuta e apprezzata. Scopriamo insieme le numerose varietà di questo magnifico arbusto che vivacizza il giardino o il terrazzo per tutta l’estate.

 

Ortensia Macrophilla

Sono di gran lunga le ortensie più diffuse nei giardini italiani e sono caratterizzate da una prolungata fioritura bianca, blu, rosa o rossa secondo la varietà. Si tratta di arbusti larghi ed eretti, dalla forma arrotondata, con foglie verdi molto decorative, ovali e con margini dentellati. Fioriscono per tutta l’estate con infiorescenze rotonde, larghe anche 16-20 cm, all’apice di ogni ramo.

Raggiungono la dimensione di 60 – 120 cm di larghezza ed altezza, hanno una crescita media e poca esigenza in fatto di terreno. Sopportano bene il freddo, vanno innaffiate regolarmente se il terreno è secco.

Tra le varietà di macrophilla più vigorose e con abbondante fioritura segnaliamo:

- Ortensia Elbtal, con fiori blu

- Berliner Spree con fiori rosa

- Ortensia White First con fiori bianchi

- Ortensia Red Beauty, con fiori rossi

Importante: l’esposizione migliore per il genere macrophilla è a mezz’ombra o all’ombra completa.

 

Ortensia Arborescens Annabelle

Spettacolare per gli enormi fiori bianchi che sbocciano da luglio a settembre. Il colore del fiore cambia in verde verso la fine della fioritura. Più rustica della macrophilla, attecchisce in tutti i terreni, anche in quelli poveri. Ha portamento eretto, una crescita veloce e può raggiungere anche i due metri di altezza.

Importante: preferisce l’esposizione a pieno sole o a mezz’ombra.

 

Ortensie Paniculate

Le ortensie paniculate derivano il nome dalla forma dell’infiorescenza che ha la struttura di una pannocchia. Dette anche ortensie di montagna per la particolare resistenza al freddo, hanno portamento arrotondato con rami eretti che si piegano sotto il peso dei fiori.

Tra le migliori varietà di ortensia paniculata sono da annoverare:

- Ortensia paniculata grandiflora, foglie ovali verde chiaro che si macchiano di rosso in autunno, fiori in pannocchie di 20-30 cm da luglio ad agosto. Prima di sfiorire diventano verde chiaro.

- Ortensia paniculata silver dollar, grandi pannocchie bianche che assumono una colorazione rosa col passare del tempo, fioritura da fine giugno a settembre.

- Ortensia paniculata pink diamond, fiori in grandi pannocchie lunghe anche 30 cm (20 alla base) dagli inizi di luglio a settembre. I fiori assumono varie tonalità di rosa secondo l’esposizione al sole.

Importante: l’esposizione migliore è a pieno sole o a mezz’ombra.

 

Quando vanno piantate le ortensie?

Se acquistiamo piante di ortensia in vaso possiamo piantarle tutto l’anno, anche durante il periodo della fioritura. Questo perché l’apparato radicale è intatto e perciò la pianta non subisce uno stress eccessivo. Sono però da evitare i periodi troppo freddi (terreno gelato) o troppo secchi e caldi (terreno troppo duro da coltivare).

 

Come effettuare il trapianto?

Per procedere alla piantagione occorre scavare una buca grande circa il doppio della dimensione del vaso, quindi sminuzzare bene il terreno. Infine, si posiziona la pianta nella buca, si ricopre la zolla, si pressa leggermente il terreno e si annaffia abbondantemente.

 

Devo trapiantarle subito?

Non occorre mettere a dimora le piante subito, appena si ricevono. Occorre solo togliere la rete protettiva con cui sono avvolte sfilandola dall’alto e innaffiarle quando il terriccio è secco.

Commenti

Lascia il tuo commento