Viburnum Tinus, pianta da siepe con una splendida e prolungata fioritura | Una siepe di qualità

Progettazione giardini lunedì 5 febbraio 2018 Visualizzazioni: 251

Come realizzare una siepe di qualità? Il Viburnum Tinus è una bellissima pianta da siepe per organizzare il vostro giardino. Dai fiori colorati e resistenti  questa siepe è perfetta per un bellissimo giardino.

Come realizzare una splendida siepe di Viburnum Tinus!

Il Viburnum Tinus è una bellissima pianta sempreverde ideale per recingere e rendere riservato il giardino. Scopri le caratteristiche e come utilizzarlo con pochi e semplici consigli. Il Viburnum tinus, volgarmente detto lentaggine, lauro tino o viburno, è una pianta della famiglia delle Caprifoliaceae originaria del bacino del Mediterraneo.

É un arbusto molto compatto, con fitti rami che crescono sin dalla base della pianta che può raggiungere l’altezza di 3 m e la larghezza di 2 m. La velocità di crescita è lenta, per cui non richiede potature frequenti.

Le foglie del Vibrurnum foglie sempreverdi, ovali e allungate, lunghe 5 – 8 cm, spesse e di colore vede scuro. Fiorisce da novembre quando le piante si riempiono di boccioli rosa-rosso, che rimangono schiusi fino a febbraio quando si aprono fiori bianchi che persistono fino a marzo - aprile. Ai fiori seguono bacche tonde e di colore azzurro-violaceo, molto ornamentali. Può essere esposto sia a pieno sole, a mezz’ombra e all’ombra completa. Al sole la fioritura sarà così abbondante da nascondere molto spesso il fogliame.

All’ombra fiorirà di meno, ma i fiori avranno colori più vivaci e dureranno più a lungo. Pianta rustica e di facile coltivazione, il vibirnum tinus sopporta temperature rigide, in genere fino a -10°C. Sopporta la siccità e cresce bene anche in zone vicine al mare. Può essere coltivato anche in vasi o contenitori.

USO

1. SIEPI ALTE – Il viburnum tinus è utilizzato principalmente per realizzare siepi alte anche fino a tre metri, ideali per schermare il nostro spazio verde dagli sguardi indiscreti, dai rumori e dal vento.

2. SIEPI BASSE E BORDURE – E’ molto resistente alle potature, per cui può essere tenuta all’altezza voluta. Si possono quindi formare siepi sempreverdi basse e bordure di grande effetto, lungo vialetti di accesso o per la delimitazione di spazi.

3. SIEPI IN VASO – Il viburnum tinus è una pianta che vive benissimo anche in vaso. In questo caso avremo cura di acquistare contenitori di almeno 90 cm di lunghezza in cui potremo inserire due piante distanziate di 40 cm l’una dall’altra.

PROGETTAZIONE La distanza ideale di piantagione dellepiante di viburnum tinus è 50 cm. Per chi vuole effettuare un calcolo veloce del numero delle piante necessarie, basta dividere i metri della siepe per 0,50 e otteniamo il numero necessario.

REALIZZAZIONE

1) Scavare una buca con diametro e profondità di 40 cm ca.

2) Riempire parzialmente con una miscela di terra, terriccio universale da giardino di ottima qualità e concime organico a lenta cessione

3) Inserire la pianta avendo cura che la zolla sia ricoperta da un paio di centimetri di terra.

4) Riempire del tutto la buca con la miscela necessaria, effettuando una leggera pressione tutto intorno alla pianta in modo da compattare il terreno e non lasciare vuoti.

5) Infine innaffiare abbondantemente, soprattutto nei mesi caldi fino a bagnare completamente le radici.

CURA - concimiamo almeno due volte l’anno con un concime universale granulare a lenta cessione, che rilascerà tutti i principi nutritivi di cui la pianta ha bisogno a marzo e ottobre. - il periodo migliore per potare la siepe di viburnum tinus è alla fine della fioritura, e comunque non prima che il freddo sia finito. Non è un’operazione molto impegnativa: in genere ci si limita a tagliare i rami cresciuti in modo disordinato. - per i primi anni dopo l’impianto occorre irrigare durante i periodi di siccità almeno fino a quando le radici non sono penetrate a fondo nel terreno.

Per una siepe perfetta e fiorita!

Commenti

Lascia il tuo commento