Non c’è mora senza spine? Adesso non più!



Nel variegato panorama dei frutti di bosco la mora occupa un posto di tutto rispetto. Molto ricca di proprietà nutritive, si distingue per un sapore gradevole e per una consistenza morbida e succosa. Nelle nostre passeggiate lungo sentieri di collina o in campagna, ci sarà capitato di vedere questi bei frutti fare capolino dall’interno del fitto groviglio, quasi inestricabile, dei rami di rovo e, quando pensiamo alla mora, inevitabilmente la associamo alle insidie dei suoi tralci spinosi, con i quali abbiamo dovuto fare i conti per coglierla.

Eppure è possibile eliminare facilmente questo inconveniente, dal momento che esistono alcune varietà selezionate che sono prive di spine e per di più producono more più grandi e più saporite.

Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, il Rubus fruticosus, nome botanico della pianta di mora, è un arbusto a foglia caduca, molto diffuso allo stato spontaneo in Europa nei boschi e nelle zone di campagna. Le varietà selezionate di more senza spine sono arbusti rustici, con poche esigenze, che possono essere coltivati facilmente anche in vaso per regalare ai nostri terrazzi un angolo di verde e di bontà.

Le tecniche di selezione hanno permesso, infatti, di ottenere piante che uniscono all’alta qualità dei frutti prodotti la bellezza decorativa delle foglie e delle abbondanti fioriture. Il portamento rampicante della mora permette di creare, con i suoi lunghi rami, delle piccole pareti verdi anche all’interno di un terrazzo di dimensioni non notevoli, creando una bella macchia visiva. Le foglie, di forma ovale e margine dentato, riunite in gruppi di 3 o 5, sono di colore verde e cadono con l’arrivo delle stagioni fredde. I fiori, composti da 5 grossi petali, compaiono a fine maggio e ravvivano la pianta con vistose infiorescenze bianche o rosa, altamente ornamentali. Da luglio a settembre, a seconda delle varietà e delle condizioni climatiche, si possono raccogliere i frutti, di forma tonda o allungata, di colore nero o rosso.

Le more, di sapore dolce e allo stesso tempo acidulo, sono morbide e ricche di succo ed esprimono il loro gusto migliore una volta giunte a piena maturazione. Possono essere consumate fresche, raccolte direttamente dalla pianta sprigionando in pieno tutto il loro sapore, oppure possono essere utilizzate per preparare confetture, ottime per farcire crostate o da spalmare sul pane, per una colazione o una merenda salutare. Le more, infatti, oltre ad avere un alto valore nutrizionale, possiedono anche tante proprietà: sono ricche di flavonoidi e antocianine dal potere antiossidante, di vitamina C, di numerosi sali minerali, diuretici e depurativi, di fibre, che assicurano un buon funzionamento dell’attività intestinale.

Le piante di more senza spine, vigorose e rustiche, si adattano a qualunque tipo di terreno. Prediligono posizioni soleggiate ma possono essere esposte anche a mezz’ombra. Sono in grado di resistere anche alle rigide temperature e ai climi di montagna, fino a mille metri di altezza, pur di proteggere le piante dall’assalto dei venti freddi, che potrebbero pregiudicare la maturazione dei frutti. Da evitare i ristagni idrici. Si consiglia di effettuare una potatura in autunno per ridare ordine all’esuberanza dei rami e per favorire un’abbondante produzione di frutti negli anni successivi.


Le piante di cui abbiamo parlato in questo articolo:

Articoli simili

Siepe di ligustro: elegante e con una splendida fioritura bianca!

La siepe di ligustro crea delle vere e proprie barriere verdi, dei muri naturali che possono...
Leggi di più

Jasminum Nudiflorum: un rampicante tutto da scoprire!

Conosciuto, per lo più, come Gelsomino di San Giuseppe e Gelsomino d’inverno, il...
Leggi di più

Un giardino colorato anche in inverno

Chi l’ha detto che durante la stagione invernale i nostri giardini debbano necessariamente...
Leggi di più

La cura del giardino in inverno

Siamo ormai nel pieno della stagione invernale e questo periodo dell'anno, che sembra rendere il...
Leggi di più

COTONEASTER, LA SOLUZIONE IDEALE PER GIARDINI TERRAZZATI

Se il tuo giardino presenta delle zone di difficile accesso, o dei terrazzamenti, non rinunciare...
Leggi di più

Le erbe aromatiche: un prezioso alleato in cucina

La cucina italiana è senz'altro caratterizzata dall'uso di numerose erbe aromatiche che...
Leggi di più

Spirea un bellissimo arbusto per il tuo giardino

Spirea Japonica Anthony Waterer bellissimo arbusto a fioritura estiva Vogliamo creare...
Leggi di più

Photinia Red Robin creare una siepe perfetta

PHOTINIA RED ROBIN: COME REALIZZARE UNA SPLENDIDA SIEPE    La Photinia red Robin...
Leggi di più